RISORSE UMANE: come migliorare il ritorno dell’investimento nella formazione sicurezza applicando PDCA – SECONDA PARTE

L’esito della formazione non coincide con i risultati attesi: Cosa fare prima di definire gli obiettivi di miglioramento?

 

È opportuno un lavoro congiunto tra le risorse umane e il responsabile del sistema di gestione HSE per identificare e analizzare eventuali cause dell’inefficienza della formazione.

Focalizzare i primi obiettivi di miglioramento sul numero ristretto di cause (20%) che genera la maggior parte degli effetti (80%).

 

Trasformare le cause dell’insuccesso in opportunità: Obiettivi generici vs obiettivi smart

 

Per evitare gli errori più comuni nella definizione degli obiettivi di miglioramento e di conseguenza un inutile dispendio di energie, è possibile utilizzare il metodo SMART.

 

aumentare il ritorno dell'investimento nella formazione sicurezza sul lavoro applicando PDCA - 2 OBIETTIVI SMART
L’utilizzo degli obiettivi SMART è molto familiare per gli specialisti del sistema di gestione HSE. Il metodo è stato proposto per la prima volta da George T. Doran nel 1981 nella pubblicazione “There’s a S.M.A.R.T. way to write management’s goal and objectives”. In primis gli obiettivi devono essere specifici e chiari riguardo quello che si vuole ottenere. Attraverso metriche prescelte si deve poter misurare il risultato atteso anche in step intermedi. L’obiettivo deve essere realizzabile con le risorse a disposizione. Non per ultimo l’obiettivo si deve integrare nel contesto generale e deve essere raggiungibile entro un tempo specifico. La definizione degli obiettivi di miglioramento è propedeutica per poter successivamente applicare PDCA per migliorare il ritorno dell’investimento nella formazione sicurezza.

 

Esempio di obiettivo di miglioramento nell’ambito della formazione sul rischio chimico

 

Obiettivo

 

Dal triennio 20-23, il 100% delle persone esposte al rischio chimico durante le lavorazioni manuali applica correttamente le misure di prevenzione e protezione collettive ed individuali, seguendo le procedure e le istruzioni operative.

 

Misura

 

Più le persone acquisiscono consapevolezza riguardo gli effetti dell’esposizione al rischio chimico e fanno propri le misure di prevenzione e protezione, più sono propense a segnalare eventuali barriere che ostacolano la tutela della propria salute e sicurezza e quella dei colleghi.

E’ possibile notare anche un aumento dei consumi dei DPI quali guanti, mascherine, filtri nonché di sapone liquido in quanto aumenta la frequenza del lavaggio delle mani.

Il raggiungimento dell’obiettivo si misura anche attraverso la diminuzione  graduale delle segnalazioni provenienti da ispezioni, riunioni e eventi piramide della sicurezza riguardo:

  • utilizzo inadeguato delle cappe d’aspirazione o utilizzo arbitrario dei guanti e maschere
  • travasi in contenitori non idonei e/o mancanza di etichettatura dei nuovi contenitori
  • applicazione incorretta della procedura di gestione emergenze

 

Vuoi saperne di più per poter migliorare il ritorno dell’investimento nella formazione sicurezza applicando PDCA?

 

Seguici, a breve tratteremo l’ultimo passo che le risorse umane e il responsabile del sistema di gestione HSE fanno per migliorare il ritorno dell’investimento nella formazione sicurezza, ovvero l’applicazione del PDCA o Ciclo di Deming per assicurarsi il risultato atteso.

Condividi l'articolo sui social

Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Noemi Marton
Noemi Marton
Formatrice freelance per passione, abbraccio uno stile di vita semplice e consapevole. Dedico il tempo libero alla famiglia e all'orto biologico, cercando di inglobare anche gli interessi per il design, fotografia, yoga e montagna. Dopo una solida esperienza nell’ambito industriale, dal 2018 mi dedico alla promozione di comportamenti virtuosi per trasmettere il messaggio che nessuno deve pagare il pane con la propria vita. Sono specializzata attraverso master e continui corsi di aggiornamento nello sviluppo di progetti formativi e programmi di miglioramento / comunicazione che invitano a riflettere sulle conseguenze dei propri comportamenti per migliorare la cultura della salute e sicurezza sul lavoro nonché assicurazione qualità. Una lunga esperienza comune nell’aiutare manager a migliorare le condizioni HSEQ attraverso l’adozione di soluzioni smart ha dato vita nel 2019 al progetto #softcarehse #blog per il quale curo la redazione dei contenuti e la realizzazione delle infografiche.

Ti è piaciuto l'articolo?

Vuoi rimanere aggiornato riguardo tematiche di gestione aziendale con focus su salute e sicurezza sul lavoro, ambiente, assicurazione qualità, modello 231, gestione risorse umane? Seguici sulla nostra pagina di LinkedIn

Seguici su linkedin
Desideri maggiori dettagli?
Per qualsiasi informazione contattaci, siamo qui per questo.
Torna su